Donne che vedono nel buio nasce da un'intuizione legata al desiderio di voler condividere cosa significhi imparare a diventare Donne.

E' una cosa che non ci hanno insegnato.

Ci hanno insegnato a definirci in termini di etichette preconfezionate: cosa una donna può o non può fare, ci hanno insegnato la separazione, le ferree regole da rispettare, adattandoci o, infrangere, reagendo.

Non ci hanno insegnato però cosa significhi essere Donna nella completezza che questo rappresenta, fuori dai canoni imposti.

C'è un punto, in ogni donna che vede nel buio, in cui gli opposti si fondono in una danza estatica.

In questo percorso le Donne imparano riconoscere di saper già camminare nell'oscurità, seguendo la loro luce interiore, connesse al loro fuoco divino che illumina loro la strada, trasformando le paure in coraggio, l'aggressività in assertività, il vittimismo in determinazione, la mancanza di valore in potere personale.

 

In ogni donna esistono diverse Dee che sono degli archetipi. Gli archetipi sono delle figure appartenenti alla mitologia che corrispondono alle caratteristiche insite in ognuna di noi. Anche le dee greche, quelle con le quali lavoreremo durante questo percorso, così come noi, vivevano in una società patriarcale: le divinità maschili imponevano il proprio volere sulla terra, sui cieli e sui mari. Le divinità femminili erano inserite all’interno di un contesto in cui il maschile aveva un’egemonia. Ma non per questo erano meno potenti.

 

“Ogni donna ha in se doni profusi da una dea che deve conoscere e accettare con gratitudine. Ogni donna ha in se anche difetti profusi da una dea, che deve riconoscere e superare per poter cambiare e integrare. Non potrà opporsi a vivere un modello determinato da un sottostante archetipo di dea, finchè non si sarà resa conto che quel modello esiste e che cerca di realizzarsi attraverso di lei.” Le dee dentro la donna 

 

Usiamo gli archetipi perché l’energia dei miti evoca sentimenti e immaginazione e tocca temi che fanno parte del retaggio umano collettivo. I miti greci sono molto attuali anche dopo migliaia di anni perché contengono un anello di verità che accomuna l’esperienza umana di tutti.

 

“Quando una donna viene a sapere che c’è una dimensione mitica in ciò che sta facendo, quella conoscenza sollecita e ispira centri profondamente creativi." Le dee dentro la donna - Jean S.Bolen

 

Lavoreremo con 7 archetipi, 7 dee, che sono suddivise in 3 categorie - “Le dee dentro la donna” Jean S.Bolen

1.       ARTEMIDE-dea della caccia e della luna. Luoghi selvaggi. Protettrice di ogni essere vivente.

2.       ATENA-dea della saggezza e dei mestieri. Ottima stratega.

3.       ESTIA-dea del focolare. Attenzione dentro, alla spiritualità

4.       ERA-dea del matrimonio

5.       DEMETRA-dea delle messi/madre

6.       PERSEFONE-figlia

7.       AFRODITE-Amore e Bellezza

 

Le categorie sono:

1.       Le dee vergini (Artemide, Atena, Estia). Qualità: indipendenza, autosufficienza. Non si facevano vittimizzare e non soffrivano. Esprimono il bisogno di indipendenza della donna, della sua capacità di concentrarsi su quanto per lei è significativo per la propria autonomia e autosufficienza.

2.       Le dee vulnerabili (Era, Demetra, Persefone). Rappresentano il ruolo tradizionale della donna, di moglie, madre e figlia. La loro identità e il loro benessere dipendono dalla presenza di un rapporto significativo; esprimono un bisogno di appartenenza, sono sintonizzate sugli altri e sono vulnerabili.

3.       La dea alchemica (Afrodite). Questo archetipo spinge la donna a cercare nei rapporti intensità e stabilità, a tenere in grande considerazione il processo creativo e ad essere aperta al cambiamento.

 

Tutte le dee sono modelli potenziali esistenti nella donna. Quale dea sia attiva in una donna in un dato momento dipende da diversi fattori: la predisposizione, la famiglia e la cultura, la chimica corporea e la fase della vita che la donna sta attraversando. Il potenziale esiste in ogni donna e insieme ci addentreremo in questa meravigliosa esplorazione che ci permetterà di riscoprirci in una nuova completezza.

 

4 serate in presenza a Bassano del Grappa: 3-10-17-24 Novembre 2022. Orario: 20-22.30

 

Francesca Tamai

Iscritta ad AssoCounseling - Livello Supervisor Counselor con il codice REG-A2619-2020 del 24/02/2020