MINDFULNESS IN AZIENDA

"Le aziende efficaci, quelle dove si vive bene e si crea valore, ricevono dalle intelligenze midfulness-based, le energie per funizoni essenziali come l'innovazione, il change management, le risposte allo stress, la leadership."

Gherardo Amadei - Mindfulness, essere consapevoli.

 

La proposta che ho formulato nel lavoro in azienda consiste in dieci incontri di due ore ciascuno in cui propongo un lavoro in parte teorico e soprattutto esperienziale in cui alleniamo la mente ad un'attitudine di presenza consapevole attraverso le pratiche di mindfulness.

 

Il termine mindfulness traduce il termine sanscrito sati che significa consapevolezza. Mindfulness viene tradotta come presenza mentale. Non esiste quindi una mindfulness speciale per il posto di lavoro rispetto a quella che possiamo praticare in qualsiasi altro momento della giornata.

Tuttavia, ho potuto constatare personalmente di come nel lavoro ci siano delle modalità ricorrenti di smarrimento della presenza, di perdita di connessione con noi stessi e con ciò che sta accadendo. Lo stress che viene prodotto in ambito lavorativo va ad incidere tanto sulle relazioni quanto sulla qualità del lavoro stesso. 

 

Quando si lavora sotto pressione accade di essere distratti dal momento presente e di finire sotto sequestro emotivo (Daniel Goleman). Questo accade quando in noi sorge un'emozione che registriamo consapevolmente e quindi veniamo "sequestrati" dall'energia di quell'emozione che si manifesta sotto forma di azioni automatiche, delle quali cioè non siamo consapevoli. Considerando che al lavoro passiamo buona parte del nostro tempo dove siamo costantemente sottoposti a richieste, risposte, interazioni in cui la nostra emotività è altamente stimolata e se non ci esercitiamo alla presenza rischiamo di rispondere agli stimoli reagendo impulsivamente anzichè agendo consapevolmente.

 

La pratica della mindfulness insegna a ritornare con l'attenzione al corpo, cioè lì dove sorgono le emozioni, in modo tale da restare connessi a ciò che accade nel momento presente.

 

Ecco un esempio di dinamica:

1- evento esterno o interno che fa insorgere un'emozione

2- riconosciamo l'emozione (es. paura)

3- accettazione dell'emozione

4- osservazione dell'intenzione reattiva della mente: faccio quella telefonata per farmi rassicurare?

5- scelta consapevole: è più vantaggioso telefonare o no?

 

La pratica in azienda è questo: mettere il sistema in pausa. E nel mondo del lavoro è di fondamentale importanza, proprio per evitare che le risposte arrivino da un'attivazione inconsapevole.

 

Una mente al lavoro, coltivata dalla pratica di mindfulness, è una mente più intelligente sul piano sociale, emotivo e creativo. Con innumerevoli derivazioni all'interno del "sistema nervoso" dell'organizzazione. 

 

Francesca Tamai

Iscritta ad AssoCounseling - Livello Supervisor Counselor con il codice REG-A2619-2020 del 24/02/2020